Come preparare un preventivo

come preparare un preventivo

Come preparare un preventivo

Il preventivo è uno strumento molto spesso sottovalutato eppure fondamentale e prezioso per poter accedere alla possibilità di acquisire un nuovo cliente. Sai perché la capacità di preparare un buon preventivo per il tuo committente è così importante? E sai come deve essere un buon preventivo? Te lo spiego in questo post.

Perché il preventivo conta

Il preventivo è una sorta di biglietto da visita con cui presenti la tua azienda, i tuoi servizi, i tuoi prodotti e il tuo modo di lavorare al potenziale cliente. E’ un documento che deve convincerlo che tu sei la miglior risorsa di cui può disporre e che, rispetto alla concorrenza, sei in grado di fare la differenza. Come riuscirci? Non scrivendo un preventivo, ma preparando un buon preventivo.

La prima cosa che devi considerare attentamente è che il tuo preventivo deve possedere queste caratteristiche:

  • deve essere chiaro ma mai banale;
  • deve essere accessibile e fruibile per chi lo legge;
  • deve essere facilmente comprensibile dalla persona che lo avrà tra le mani;
  • deve essere esaustivo e completo, ricco dei giusti dettagli e particolari.

Ed ora ti appunto un po’ di consigli concreti per preparare un buon preventivo.

Come preparare un preventivo

Un preventivo è una previsione delle attività da svolgere, del materiale da impiegare, delle competenze, delle professionalità, delle maestranze, del tempo ed anche delle autorizzazioni necessarie per svolgere un determinato lavoro. Sulla base di tutti questi elementi il preventivo formula una previsione dei costi da sopportare con la relativa proposta economica per il committente.

Come preparare un preventivo convincente? Gli elementi fondamentali per la corretta formulazione del preventivo sono tre:

  1. la valutazione del reale interesse del potenziale cliente;
  2. l’incontro con il potenziale cliente;
  3. la valutazione del lavoro e del costo da attendere.

Dopo aver valutato se il tuo potenziale cliente è realmente e concretamente interessato a te e alla tua offerta, devi incontrarlo per conoscerlo e per approfondire le sue necessità, i suoi bisogni e per capire quello che effettivamente vuole da te. In questa fase, molto importante è anche che tu capisca se il tuo potenziale cliente possiede la copertura finanziaria necessaria per poter remunerare il lavoro o il servizio che dovrai eseguire. Una volta apprese queste informazioni fondamentali e basilari, devi valutare il lavoro, i costi che sopporterai e il ricavo che dovrai guadagnare. Dopo aver concluso tutte quante le tue valutazioni, è giunto il momento di scrivere, di mettere tutto nero su bianco. Quali accortezze devi avere affinché il tuo preventivo sia convincente?

Innanzitutto, devi presentare in modo efficace la tua azienda, devi raccontare chi sei e devi descrivere cosa fai, come lo fai e perché ti differenzia dalla concorrenza. Tutto questo senza essere eccessivamente autoreferenziale né prolisso. Il secondo consiglio che ti do’ è quello di formattare il tuo preventivo, utilizzando schemi, tabelle, titoli, sottotitoli, grassetti ed elenchi puntati, in modo da rendere il documento (più) chiaro e facilmente comprensibile dal tuo potenziale cliente: saprà immediatamente ed esattamente cosa gli stai proponendo. Il terzo consiglio è sii preciso: nel preventivo devi indicare tutti i dettagli e tutti particolari del lavoro che svolgerai, specificando le attività incluse, quelle escluse, dove finiscono le tue responsabilità e qual è il limite degli oneri che appartengono a te e di quelli che attengono al cliente.

Ovviamente, te lo ricordo sebbene possa sembrare banale, inserisci sempre il metodo di pagamento e specifica nel dettaglio modi, tempi e scadenze a cui il cliente dovrà attenersi. Nel tuo preventivo tutto deve essere esplicito, soprattutto gli aspetti economici dell’accordo, anche i particolari che possono sembrare più scontati.

Un altro aspetto tanto importante eppure troppo spesso sottovalutato consiste nella tempestività. Rispondere a una richiesta di preventivo deve essere una priorità per la tua azienda perché sono anche la reattività e la capacità di soddisfare con immediatezza il bisogno del potenziale cliente a incidere sulla sua decisione finale, a rassicurarlo e a farlo sentire per te importante. Come velocizzare la preparazione del preventivo? Redigi un template standard che puoi utilizzare in tutte le situazioni, adattandolo e personalizzandolo a seconda del singolo cliente e delle specifiche situazioni oggetto di preventivo. Ricorda, la personalizzazione è fondamentale sia per farti capire da chi ti legge sia per descrivere nel dettaglio la specifica situazione.

Una tattica di successo quando stili un preventivo? Offri consigli concreti e gratuiti, utili proprio per l’attività oggetto del preventivo, quindi per il bisogno manifestato dal tuo potenziale cliente. Il tuo altruismo ti aiuterà a conquistare il rispetto e la fiducia del potenziale cliente. E un imprenditore questo lo sa bene: conquistata la fiducia e avrai conquistato il cliente.

Vuoi capire qual è il metodo migliore per acquisire nuovi clienti?

Vuoi diventare un imprenditore di successo?
Guarda qui!

 

Condividi questo post


Mostra
Nascondi