Le 3 regole per valutare un immobile [E investire in modo profittevole]

come valutare un immobile

Le 3 regole per valutare un immobile [E investire in modo profittevole]

Lo dico.

La mia esperienza racconta che gli investimenti immobiliari sono uno dei modi più veloci e remunerativi per fare affari. Qualche esempio concreto? Ti basti pensare a Ernesto Preatoni, che si è specializzato nelle compravendite immobiliari negli anni ’70 e ha ha progettato e realizzato il più grande resort del Medio Oriente, che gli è valso il soprannome di l’inventore di Sharm (mi riferisco alla realizzazione della nota meta turistica di Sharm El Sheik). E ancora, tralasciando tutte le varie considerazioni di orientamento politico, pensa a Silvio Berlusconi, che ha cominciato la sua prospera carriera di imprenditore proprio come agente immobiliare, che ha proseguito come costruttore. E poi c’è lui, il più noto al mondo, l’attuale Presidente degli USA, Donald Trump, che ha avviato la sua carriera imprenditoriale nel settore dell’edilizia quando agli inizi degli anni ’60 ha rilanciato un progetto immobiliare dell’azienda del padre. Dopo ha proseguire con altri grandi progetti immobiliari che lo hanno condotto alla nomina di Presidente della Trump Organization, che all’epoca si occupava della gestione di quattordicimila appartamenti.

Vuoi diventare un imprenditore immobiliare e capire come investire efficacemente negli immobili? Bene, fermati qui perché ho inaugurato una nuova rubrica a questo dedicata, durante la quale ti offrirò regole e suggerimenti preziosi e ti racconterò, passo dopo passo, l’esperienza di Federico, un giovane intraprendente alle prese con gli investimenti immobiliari.

 

La prima puntata della serie dedicata agli investimenti immobiliari

Nel post Cosa sono gli investimenti immobiliari? [+ Nuova Rubrica] ti ho spiegato cosa sono gli investimenti immobiliari e in cosa consiste la nuova rubrica. E in questa seconda puntata? Ti suggerirò le 3 regole più importanti che devi tenere in considerazione per valutare un immobile e capire se il tuo è un investimento profittevole.

 

Come valutare un immobile

Come valutare un immobile e un investimento immobiliare? Ci sono 3 regole che devi tenere sempre in debita considerazione. Eccole.

 

#1. Prima regola: valuta la zona

Prima della grandezza di un immobile e prima ancora del suo prezzo c’è un fattore che devi valutare: la zona in cui è collocato. Il principio di base è che lo stesso immobile, che si trova nelle medesime condizioni generali, ha valori assai diversi in base alla localizzazione: è situato in centro? O in una zona semicentrale? Oppure in periferia? E’ evidente che un immobile collocato in zona centrale o semicentrale è più facile da vendere e la sua vendita sarà più redditizia rispetto allo stesso immobile in periferia.

Il mio consiglio? Specializzati nel mercato immobiliare di specifici quartieri di grandi città oppure in zone di particolare interesse turistico o, in ogni caso, in territori in cui la domanda di immobili è scandita da un flusso di compravendite importante.

 

 

#2. Cerca i don’t wanters

Il vero affare non lo fai quando vendi l’immobile ma quando lo acquisti. Hai fretta di comprare a prezzi di mercato, sperando in una buona e remunerativa vendita? Sbagli! Il principio che deve guidarti nell’acquisto, infatti, è un altro: devi acquistare gli immobili spendendo tanto tempo e pochi soldi. Perché è necessario tanto tempo? Perché, prima dell’acquisto, devi individuare i cosiddetti don’t wanters, ovvero quelle persone che non solo vogliono vendere, ma che devono vendere perché quel bene per loro ormai rappresenta un problema di cui disfarsi.

Qualche esempio di don’t wanters? Pensa alle persone anziane proprietarie di case eccessivamente grandi per le loro necessità e possibilità o alle coppie separate o alle persone che si sono trasferite in zone lontane. Trova i don’t wanters e avrai trovato il tuo affare!

Trova i don't wanters e avrai trovato il tuo affare immobiliare! via @GiuseppeP_Gallo Condividi il Tweet

 

#3. Valuta il contesto

Il contesto è qualcosa che difficilmente riuscirai a modificare dopo che avrai acquistato il tuo immobile. Pensa, ad esempio, ad una bella casa collocata in un contesto difficile, come le case dei vicini in cattive condizioni estetiche o la presenza di un vicinato che non garantisce serenità o, ancora,  la presenza invasiva di rumori dovuti alla presenza di linee ferroviarie o di strade di grandi comunicazioni. Ecco, già queste sono problematiche molto importanti, da tenere in considerazione prima di acquistare il tuo immobile perché ne renderanno ben più complessa la successiva vendita.

 

Vuoi diventare un imprenditore immobiliare?

Iscriviti alla mia newsletter e ti invierò suggerimenti e consigli preziosi.

Iscriviti ora!

 

Condividi questo post


Mostra
Nascondi