Investimenti: cosa sono break even point, ROI e ROE?

ROI

Investimenti: cosa sono break even point, ROI e ROE?

Redditività. E’ questo che distingue un investimento riuscito da un buco nell’acqua. Quando decidiamo di investire è fondamentale valutare se e come sta funzionando il nostro investimento, se produce utili, se è in perdita, se migliora nel tempo, se sta subendo delle cadute. Insomma, per riuscire nel proprio investimento finanziario o d’impresa è fondamentale valutare lo stato di salute della nostra impresa, della nostra attività o, in generale, del nostro progetto e le sue proiezioni future. Come fare?

Tutto comincia da alcune preziose formulette che indicano la redditività del tuo investimento: Break Even Point, ROI e ROE. Ne hai già sentito parlare? Sai cosa sono? E come funzionano? Te lo spiego in questo post.

 

Il Break Even Point

Il Break Even Point è lo strumento che ti consente di misurare e di ottenere l’equilibrio sia economico che finanziario, ovvero è il punto di equilibrio tra i costi e i ricavi. Il Break Even Point indica il punto esatto in cui i ricavi (cioè le entrate) sono uguali ai costi totali (cioè le uscite).

Quando avvii un’attività, infatti, una delle primissime cose che devi conoscere (e non sempre è così) è qual è la quantità minima delle vendite che ti permetta almeno di coprire i costi fissi richiesti dal business. Il Break Even Point, quindi, è il punto in cui il tuo business registra entrate uguali alle uscite. Nel pratico e nel concreto, cosa vuol dire questo? Significa che, quando sei in questo punto, stai lavorando gratis: non guadagni né perdi risorse. Qui il profitto è pari a zero.

Qual è la formula per calcolare il Break Even Point?

Q*= Costi Fissi/ (Prezzo di vendita – Costo Variabile Unitario).

  • Q* è la quantità di equilibrio, ovvero la quantità di prodotto che devi produrre e vendere per pareggiare i costi totali;
  • la differenza tra il prezzo di vendita e il costo variabile unitario è il Margine di Contribuzione, ovvero la parte di denaro sottratta al prezzo di vendita per coprire i costi fissi. Se dal prezzo di vendita di un prodotto togli il costo variabile unitario, infatti, quel che ti resta è un “margine” che devi utilizzare per coprire i costi fissi.

 

Il ROI

Il ROI, acronimo di Return On Investment, ovvero ritorno sull’investimento, ti indica quanto rende il tuo investimento iniziale, a prescindere da chi e da come è stato finanziato. Il tuo è un investimento ottimo? E’ buono? E’ da evitare? A fornirti la risposta sarà proprio il ROI, che è l’indice di redditività del capitale investito, la profittabilità della tua azienda o del tuo investimento.

Qual è la formula per calcolare il ROI?

ROI = (utile dell’investimento / totale dell’investimento) * 100.

Facciamo un esempio pratico per capire come si calcola il ROI.

Mi propongono di acquistare un fondo commerciale a Firenze che ha un valore (avere un valore significa che il giorno in cui lo rivenderò potrò farlo a una data cifra che effettivamente e concretamente vale x) di 300.000 euro. Riesco ad acquistarlo a 200.000 e presumo (da oggettive ed approfondite valutazioni che farò) di rivenderlo subito dopo l’acquisto almeno a 280.000 (visto che ne vale 300.000).
Decido di venderlo a 280.000 euro e nona  300.000 euro, che è il valore effettivo, perché ad un prezzo inferiore di quello che vale, dovrei riuscire a rivendere ancor più velocemente.

I costi complessivi che sosterrò potrebbero essere più o meno i seguenti:

  • costo d’acquisto, 200.000 euro;
  • notaio e tasse varie (ovviamente variabili da caso a caso), 8.000 euro;
  • manutenzione ordinaria (anche questa sempre variabile), 7.000 euro.

Il totale dell’investimento sarà di 215.000 euro.

Applico ora la formula del ROI vendendo l’immobile a non meno di 280.000 entro 1 anno. Quindi avrò:

ROI = 65.000/215.000 = 0.30 x 100 = 30,23.

Lo sai cosa significa? Vuol dire che 215.000 euro di investimento, nel giro di 1 anno, mi stanno rendendo più del 30%, ovvero 215.000 mi stanno producendo 64.500 euro l’anno o 5.375 euro al mese.

Fin qui abbiamo calcolato il ROI ammettendo di vendere l’immobile nel giro di 1 anno. Ora immaginiamo di venderlo entro 6 mesi dal suo acquisto. Sai cosa accade? Che il ROI schizzerà a più del 60%. Nel malaugurato caso che riuscirò a vendere l’immobile solo nel secondo anno successivo all’investimento iniziale, il ROI (che, ripeto, si calcola per 1 anno) si dimezzerebbe e quindi la resa scenderebbe al 15% circa. Ecco, quindi, che anche il fattore tempo gioca un ruolo determinante nel calcolo del ROI.

Leggi anche:

 

Il ROE

Il ROE, acronimo di Return On Equity, ovvero ritorno del denaro investito, indica quanto rendono i tuoi soldi. Il ROE, quindi, è un indice di redditività del capitale proprio ed esprime i risultati economici del tuo investimento o della tua azienda, diversamente dal ROI, che indica invece la resa dell’investimento. Un riflessione mi scaturisce immediata: se questa formula esiste è perché, evidentemente, per investire non è necessario il proprio danaro, questione questa che troppo spesso limita progetti, sogni e piani.

Come si calcola il ROE?

La formula che consente di calcolare il ROE è la seguente:
U (utile investimento)/P(danaro proprio investito) x 100.

Ritornando all’esempio dell’immobile (investimento iniziale pari a 215.000 euro), consideriamo un’ipotetica situazione di investimento di capitale:

  • 100.000 euro di soldi propri;
  • 115.000 euro di soldi derivanti da credito che per ottenerli dovrai sopportare un costo di 7.000 euro, derivante dall’interesse che ti chiederà l’istituto di credito. Quindi ai tre costi indicati nell’esempio precedente dovrai aggiungere tale ulteriore somma.

L’investimento totale, quindi, sarà: 215.000 euro + 7.000 euro = 222.000 euro. Conseguentemente l’utile dell’investimento (considerando per la rivendita il prezzo di 280.000 euro) sarà leggermente più basso, ovvero di 58.000 euro e, quindi, anche il ROI sarà più basso.

Il calcolo del ROE, invece, sarà: 58.000/100.000 × 100 = 58%.

Sai cosa significa? Che i tuoi soldi (non quelli prestati ma solo i tuoi 100.000 euro) hanno prodotto il 58%.

 

Vuoi diventare un imprenditore di successo?
Iscriviti al mio webinar e ti aiuterò io.
Iscriviti ora!

Condividi questo post


Mostra
Nascondi